Test dello sviluppo morfosintattico

Franco Fabbro - Raffaella Galli

Test dello sviluppo morfosintatticoIl Test dello Sviluppo Morfosintattico è l'adattamento alla lingua Italiana del test per la disfasia genetica sviluppato presso la McGill University di Montreal (Canada) da Myrna Gopnike Michel Paradis.
La disfasia genetica è un disturbo evolutivo ed ereditario del linguaggio che si manifesta nella incapacità di imparare e di applicare in forma autonoma alcune regole morfosintattiche. I soggetti di lingua inglese affetti da questo disturbo non sono in grado di imparare in maniera autonoma le regole relative alla coniugazione dei verbi regolari e alla formazione del plurale dei nomi.
Tuttavia, gli individui con disfasia genetica sono capaci di applicare le regole morfosintattiche per i verbi e i nomi che usano più di frequente. Infatti, per superare le loro difficoltà imparano consapevolmente ad applicare le regole morfosintattiche per le forme verbali di uso più comune, sopperiscono cioè attraverso la memoria semantica ai loro deficit di memoria procedurale morfosintattica. Per lo studio di queste difficoltà, Myrna Gopnik e i suoi collaboratori hanno messo a punto una batteria di test che permette di individuare con facilità i soggetti con deficit più o meno marcati nelle abilità morfosintattiche. Poiché nella versione originale lo strumento non è utilizzabile con la popolazione italiana, a causa delle differenze negli aspetti morfologici tra le due lingue, le prove dei test sono state adattate dagli autori al contesto linguistico italiano, con la supervisione dei colleghi canadesi.

Si è quindi proceduto alla standardizzazione su 275 bambini di lingua madre italiana, di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, ottenendo i valori normativi di riferimento per la nostra popolazione.
Questo Test dello Sviluppo Morfosintattico permette sia di identificare gli individui di lingua italiana affetti da disfasia genetica sia di indagare la competenza morfosintattica nei bambini con disturbo specifico del linguaggio e con disturbi dell'apprendimento.
La pubblicazione consta di tre parti, che possono essere acquistate anche separatamente: un manuale d'uso, uno Stimulus book e un Kit di protocolli individuali per la somministrazione del test e per la registrazione dei punteggi.

Indice

  • Sviluppo degli aspetti morfosintattici del linguaggio del bambino
  • Difficoltà nell’acquisizione degli aspetti morfosintattici nei bambini con disturbo specifico del linguaggio
  • Organizzazione del TSM
  • Istruzioni per la somministrazione e l'attribuzione dei punteggi
  • Standardizzazione del TSM
  • Esempi di applicazione clinica del TSM

Anno 2001
Editore Ghedini Libraio

Manuale
Pagine 112
Distribuito a € 19.50

Stimulus book
Distribuito a €46.00

Kit da 10 Protocolli
Distribuito a € 8.00

Stampa

© I.R.C.C.S. Medea - Associazione La Nostra Famiglia C.F.-P.IVA 00307430132

Questo sito si avvale di cookie tecnici, analytics e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.