Veneto

Polo scientifico di Conegliano e Pieve di Soligo (TV)

Il Polo di Conegliano-Pieve di Soligo è stato riconosciuto nel 1998 come Polo regionale dell'Istituto Scientifico "Eugenio Medea"; è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale ed ha al proprio interno attività ospedaliera ed attività extra-ospedaliere; il centro accoglie soggetti affetti da disabilità psichiche, fisiche e sensoriali.

In un’area di oltre 1.200 mq e uno spazio verde di 10.000 mq a Conegliano, e in quella di 4.490 mq e uno spazio verde di 27.000 mq a Pieve di Soligo, sorgono realtà integrate che coprono funzioni diverse e complementari: la struttura di ricovero ospedaliero con le due Unità Operative (l’Unità per le Gravi Disabilità in Età Evolutiva a Conegliano e l’Unità per la Riabilitazione delle Turbe Neuropsicologiche Acquisite a Pieve di Soligo) e le relative specializzazioni, i laboratori di clinica e di ricerca, i servizi di supporto, i centri di riabilitazione articolati in servizi riabilitativi ambulatori, a ciclo diurno e a ciclo continuo (questi ultimi anche integrati con la scuola ed il Centro di Formazione Professionale accreditato dalla Regione Veneto), le aule per la formazione continua degli operatori e i Corsi di Laurea Universitari.

Il complesso di Conegliano

Complesso di Conegliano

Il complesso di Pieve di Soligo

Complesso di Pieve di Soligo

Le diverse professionalità presenti lavorano in continua integrazione tra loro per far fronte ai bisogni di persone con disabilità, non solo nell’età evolutiva ma altresì in quella giovane-adulta. Ad oggi, infatti, L’IRCCS riesce a dare una risposta completa e globale ai soggetti adulti con disabilità complessa ad esordio infantile, attraverso proposte strutturate di valutazione e di trattamento proprio per i pazienti in età di transizione (fase, questa, in cui sovente si riscontra una frattura nella continuità della presa in carico)

Il Polo di Conegliano e Pieve di Soligo è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale specificamente per l’attività di alta specialità (terzo livello) neuroriabilitativa (codice 75) in regime di Ricovero Ordinario e di Day Hospital.

È inoltre una Struttura - Ente collegato - della Rete formativa per la Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile e in Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Università degli Studi di Padova.

Infine, nell’ambito della formazione, il Polo IRCCS di Conegliano e Pieve di Soligo opera in convenzione con l'Università degli Studi di Padova - Facoltà di Medicina e Chirurgia - per corsi di laurea triennale in "Fisioterapia" e "Terapia Occupazionale".

Servizi e Ambulatori

Sono presenti i seguenti servizi e ambulatori per l’attività di ricovero ordinario e di day hospital:

  • Neuropsichiatria infantile
  • Fisiatria
  • Neurologia
  • Psichiatria
  • Foniatria
  • Neuroradiologia
  • Neurochirurgia
  • Genetica medica
  • Neuropsicologia
  • Oculistica
  • Ortopedia
  • Psicologia

Modalità di accesso

È possibile accedere all’IRCCS “E. Medea” per percorsi valutativi e riabilitativi attraverso l’impegnativa rossa con “richiesta di ricovero”, emessa dal pediatra di libera scelta / medico di medicina generale su modello rosso S.S.N., specificando il motivo della richiesta stessa.

Attività Ospedaliera

IRCCS - Neuroriabilitazione

  • Ricovero in regime di Day hospital
  • Ricovero Ordinario

Modalità di prescrizione: impegnativa rossa con "richiesta di ricovero" (eventuale codice per residenti in Regione Veneto: CVP 57830

Si ricorda di portare al proprio medico curante tutta la documentazione rilasciata dall’IRCCS E. Medea nei precedenti ricoveri / controlli.

Al momento, In base alla normativa vigente, i ricoveri ospedalieri non sono prescrizioni dematerializzate.
È necessario pertanto emettere "impegnativa rossa".

Quesiti specifici sulle modalità di prescrizione possono essere inviate al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Unità Operative Cliniche (U.O.C) disponibili a Conegliano e Pieve di Soligo (TV):

Unità per le Disabilità Gravi in Età Evolutiva (UGDE)

Sede di Conegliano (TV)
Responsabile:
Dott. Andrea Martinuzzi

Descrizione attività

L’Unità operativa è dedicata a bambini con patologie neurologiche e motorie congenite o acquisite di varia natura (vascolare, infiammatoria, neurodegenerativa, traumatica, neoplastica), sindromi epilettiche e malattie rare a presentazione in età evolutiva, psicopatologie primitive o secondarie, patologie malformative e gravi deficit sensoriali. La disponibilità di professionisti per ogni ambito dell’area riabilitativa permette la presa in carico globale particolarmente necessaria nei soggetti con pluridisabilità.

L’U.G.D.E. affronta quindi complesse problematiche diagnostiche, valutative e riabilitative relative a pazienti provenienti da altre strutture quali: Patologie neonatali, Unità Gravi Cerebrolesioni (UGC), Unità Spinali (US), Neurochirurgie, Pediatrie, Terapie Intensive Neonatali (TIN) del Veneto e di altre regioni italiane.

Unità per la Riabilitazione delle Turbe Neuropsicologiche Acquisite (URNA)

Sede di Pieve di Soligo (TV)
Responsabile:
Dott. Andrea Martinuzzi

Descrizione attività

L'attività clinica e di ricerca scientifica dell'URNA è finalizzata alla diagnosi, cura, riabilitazione funzionale, cognitiva e neuromotoria e all'inserimento familiare, sociale e lavorativo di persone affette da lesioni cerebrali acquisite di varia natura causa di disabilità in ambito neuromotorio, psichico, cognitivo e sensoriale.

Vi accedono pazienti di età giovane-adulta, in condizioni cardio-respiratorie e mediche di compenso e stabilità, che presentano turbe neuropsicologiche complesse o rare, esito di eventi cerebrovascolari acuti (ad esempio rottura di malformazioni intracraniche, emorragia subaracnoidea) caratterizzati da sequele complesse con alterazioni cognitive, motorie, psicologiche; comi post-anossici; encefalopatie acute, infiammatorie e non, i cui esiti sono caratterizzati dalla coesistenza di menomazioni in più di un asse (disturbi clinici, disturbi della personalità, condizioni mediche generali, problemi psicosociali ed ambientali e funzionamento globale).

Il Polo IRCCS di Conegliano e Pieve di Soligo comprende le seguenti Strutture Organizzative Semplici (SOS) che operano trasversalmente alle Unità Operative:

udge urna

Struttura Organizzativa Semplice Riabilitazione Neuromotoria

Responsabile:
Dott. Andrea Martinuzzi

Le patologie prevalentemente assistite sono: paralisi cerebrali infantili e altre encefalopatie perinatali, malattie neuromuscolari e muscolo-scheletriche, disturbi del movimento, GCLA età evolutiva (traumi, danni vascolari, tumori, encefalomielopatie infiammatorie), patologie reumatiche.

Linee di attività principali per l’UOS di riabilitazione neuromotoria sono lo studio di approcci innovativi alla riabilitazione delle Paralisi Cerebrali Infantili, la riabilitazione intensiva delle neurolesioni acquisite (con particolare attenzione alle complicanze di malattia oncologica infantile), il trattamento neurochirurgico funzionale di spasticità o distonia, l’approccio funzionale a malattie rare quali paraparesi spastiche familiari (HSP), eredoatassie (e.g. l’atassia di Friedreich) polineuropatie periferiche ereditarie (Charcot Marie Tooth) e le malattie da accumulo muscolari (Glicogenosi, lipidosi). In tutti questi ambiti, il Polo svolge anche una continua attività di monitoraggio epidemiologico, contribuendo e, in alcuni casi, promuovendo registri di patologia. La disponibilità di un moderno sistema di analisi del movimento e di un sistema di misurazione bioenergetica e l’accesso a neuroimaging avanzato permettono un’ analisi oggettiva innovativa dei risultati dei trattamenti eseguiti e identificano biomarkers sensibili e specifici (e.g. per la valutazione dell’efficacia della rizotomia super selettiva o della chemodenervazione nelle PCI, o per la caratterizzazione fenotipo/genotipo nelle HSP, o come marker di progressione o risposta al trattamento nelle FRDA).

Tecnologie

  • EMG ed ENG
  • Gait Analysis
  • EMG superficie
  • Ecografia muscolare
  • Valutazione Bioenergetica (Cosmed K5)
  • Pletismografia Optoelettronica (OEP)
  • Stabilometria statica
  • Sistema di analisi del movimento e riabilitazione per l’arto superiore (ARMEO)
  • Chemodenervazione con tossina Botulinica Protocolli diagnostico-terapeutici
  • Valutazione nei vari ambiti: psicologico, psicopedagogico, psicomotorio, cinesiologico, logopedico, neuropsicologico, neurovisivo, di terapia occupazionale;
  • Indagini neurofisiologiche, radiologiche e neuroradiologiche;
  • Programmazione e attuazione di interventi riabilitativi intensivi specifici;
  • Intervento di tipo psico-educativo, orientamento dei familiari (adeguata informazione e addestramento relativamente a problematiche specifiche);
  • Stesura di progetti riabilitativi integrati estensivi e verifica a distanza, in particolare per gli aspetti di maggior complessità e specializzazione;
  • Predisposizione e coordinamento di un percorso di inserimento familiare e sociale adeguato.
Struttura Organizzativa Semplice di Epilessia e neurofisiologia clinica

Responsabile:
Dott. Paolo Bonanni

Si occupa di tutte le forme di epilessia ed in particolare delle forme farmaco resistenti, spesso associate ad altre disabilità, oltre che di malattie rare di interesse epilettologico tra cui la Sindrome di Angelman, la Sindrome da duplicazione 15q (per le quali è Centro di Riferimento Nazionale per le Associazioni delle Famiglie), Pitt-Hopkins e di altre sindromi rare.

È un'unità che assiste sia persone in età evolutiva (presso l’U.G.D.E.) che adulti (presso l’U.R.N.A.) alfine di promuovere la continuità assistenziale nella presa in carico del paziente con epilessia.
La disponibilità di sofisticate apparecchiature diagnostiche ed il rapporto molto stretto con i principali Centri per la chirurgia dell’Epilessia, consentono l’attuazione di numerose procedure per la cura delle epilessie farmacoresistenti, soprattutto in ottica pre-chirurgica, in coordinamento tra équipe epilettologica e chirurgica, identificando il Polo come punto di riferimento sovra-regionale per la selezione pre-chirurgica dei casi.
L’attività dell’UOS si esplica inoltre sul versante riabilitativo, proponendo un approccio non solo di diagnosi nosologica, ma di caratterizzazione funzionale e di proposte di trattamento riabilitativo raramente offerto altrove e di grande impatto per la qualità di vita di pazienti e famiglie.

L’Unità Operativa Semplice di Epilessia e Neurofisiologia Clinica è identificata quale struttura di riferimento regionale per l’epilessia nella Regione Veneto ed è riconosciuta Centro LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia).

Tecnologie

  • 2 stanze di monitoraggio video-EEG prolungato
  • Video-EEG-poligrafia veglia e/o sonno
  • tecniche di elaborazione del segnale EEG-EMG (es back averaging)
  • potenziali evocati visivi, acustici, somestesici
  • stimolazione magnetica transcranica
  • blink reflex
  • c-reflex

Protocolli diagnostico-terapeutici e di ricerca

  • Epilessia (prima diagnosi e follow-up);
  • Disturbi parossistici epilettici e non epilettici;
  • Valutazione pre e post chirurgica del paziente con epilessia farmacoresistente;
  • Epilessia farmacoresistente non suscettibile di intervento chirurgico;
  • Epilessie familiari;
  • Malformazioni cerebrali;
  • Disturbi del sonno;
  • Disturbi del movimento, parossistici e non parossistici;
  • Sindromi dismorfiche di interesse neuropsichiatrico.
Struttura Organizzativa Semplice di Psicopatologia

Responsabile:
Dott. Alberto Angarano

La struttura operativa di psicopatologia si occupa di diagnosi, terapia, riabilitazione e ricerca nelle seguenti patologie:

DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO

  • Disturbo dello spettro dell’autismo
  • Deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • Disturbo a tipo tic

DISTURBI PSICOPATOLOGICI:

  • Disturbi della condotta/disturbo oppositivo-provocatorio
  • Disturbi d’ansia
  • Disturbo ossessivo-compulsivo
  • Disturbi dell’umore
  • Disturbi psicotici.

L’attività di ricovero permette di redigere una diagnosi di tipo clinico, ma risulta anche funzionale per suggerire percorsi individualizzati ai bambini e alle loro famiglie. Inoltre, la possibilità di effettuare alcuni accertamenti strumentali, avvia l’approfondimento eziologico indispensabile per cercare di individuare potenziali cause pediatriche e neurologiche alle problematiche di neurosviluppo e psichiche.

L'IRCCS “E. Medea” di Conegliano è stato individuato come Centro di riferimento per la diagnosi dell’ADHD dalla regione Veneto; l’approccio clinico, secondo linee guida, a questa patologia è di tipo multimodale, con integrazione d’interventi psicologici e di parent training, con terapie farmacologiche prescritte con piano terapeutico.

L’Unità Operativa di Psicopatologia si occupa di individuare terapie farmacologiche in particolari popolazione di bambini con disturbi psichici in comorbilità con epilessia, disabilità cognitiva e patologie neuromuscolari.

Un’altra area di interesse riguarda la neuropsicologia dei bambini in età prescolare.

Oltre all’attività clinica, terapeutica -riabilitativa e di ricerca vengono effettuati percorsi formativi sul territorio per insegnanti, genitori e personale sanitario.

Il team dell’unità è multidisciplinare, con varie figure professionali coinvolte nel percorso diagnostico e terapeutico: neuropsichiatra infantile, psichiatra, psicologo/psicoterapeuta, logopedista, neuropsicomotricista, terapista occupazionale, educatore professionale.

La struttura si avvale inoltre di consulenze di altre professionisti: epilettologo, neurologo, fisiatra, pediatra.

Stampa

© I.R.C.C.S. Medea - Associazione La Nostra Famiglia C.F.-P.IVA 00307430132

Premi invio per ricercare
Premi invio per ricercare
Questo sito si avvale di cookie tecnici, analytics e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.