Malattia di Parkinson

Patologia neurodegenerativa cronica e progressiva, caratterizzata principalmente dalla perdita delle cellule che producono dopamina.

  • La causa della MP non è ancora nota. Tuttavia recenti ricerche suggeriscono l’influenza sia di fattori genetici che ambientali nella patogenesi della MP.
  • La MP è caratterizzato da diversi sintomi, sia motori che non motori, responsabili di importanti ripercussioni sulla qualità di vita degli individui colpiti dalla malattia. Tra i sintomi non motori, vi sono: alterazione dell'olfatto, disfunzioni urinarie, disturbi gastrointestinali, disturbi neuropsichiatrici (depressione, lieve deficit cognitivo, disturbo comportamentale nel sonno) e disturbi sensoriali. I sintomi motori caratteristici della MP sono la bradicinesia, l’ipocinesia, la rigidità, il tremore e la riduzione dei riflessi posturali di raddrizzamento. Solitamente vi è il coinvolgimento iniziale di un solo lato (unilaterale). Il deterioramento cognitivo può manifestarsi soprattutto nelle fasi tardive della malattia nel 30% dei soggetti. Il paziente può presentare disordini della voce e del linguaggio, come disartria, con ridotto volume della voce, monotonia della voce, il suono della voce si modifica (fievole, tremolio).
  • La diagnosi è essenzialmente clinica, ossia basata sull’osservazione dei sintomi del paziente. Vengono poi effettuati alcuni esami per confermare la diagnosi, quali: risonanza magnetica e scintigrafia cerebrale con tracciante specifico (Datscan), che controlla il livello di captazione della dopamina.
  • Il trattamento farmacologico è finalizzato ad alleviare i sintomi. Non esiste ancora al momento una terapia in grado di agire sul processo degenerativo.
    • Esercizi di allungamento e di mobilizzazione Finalità: prevenzione delle retrazioni muscolotendinee a carico delle singole articolazioni e dell’insorgere di patologie dolorose ossee, correzione degli atteggiamenti posturali viziati.
    • Esercizi funzionali Finalità: miglioramento della capacità di cambiare posizione (sdraiata, seduta, in piedi) e di compiere gesti della vita quotidiana (ad esempio camminare, girarsi nel letto, cucinare).
    • Esercizi di equilibrio Finalità: miglioramento dell’equilibrio.
    • Esercizi di coordinazione Finalità: miglioramento della fluidità e della precisione del movimento
  • Polo Veneto – UOS Neuromotoria:

    Contatti: Centralino Tel. 0438/414.1, Centro Unico Prenotazioni Tel. 0438/414249, Ufficio Relazioni con il Pubblico Tel. 0438/414.260 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Dr. Andrea Martinuzzi - Neurologo
    Dr.ssa Gabriella Paparella - Fisiatra
    Dr.ssa Fiorenza Privato - Neurologo

Stampa

© I.R.C.C.S. Medea - Associazione La Nostra Famiglia C.F.-P.IVA 00307430132

Questo sito si avvale di cookie tecnici, analytics e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.